Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.

Skip to main content

Cerca

Il nostro team dirigenziale BioTherapeutics

Team dirigenziale Janssen BioTherapeutics

 

Bioterapie

<p>Bioterapie</p>

Retina image
 

Sanjaya Singh, Ph.D., è Responsabile globale, Janssen BioTherapeutics in Janssen Ricerca & Sviluppo. Sanjaya ha il compito di guidare un’organizzazione che si dedica a ricerca bioterapeutica, scoperta, tossicologia, farmacologia clinica e collaborazione esterna strategica. In questo ruolo, Sanjaya conduce la strategia e la visione globale dell’espansione e dell’applicazione delle competenze di Janssen Ricerca & Sviluppo alla scoperta e allo sviluppo di proteine, peptidi e terapie basate sulle cellule.

Sanjaya è un abile leader scientifico e commerciale, con più di 25 anni di esperienza accademica e nel settore. Prima di entrare a far parte di Johnson & Johnson, Sanjaya ha trascorso nove anni in Boehringer Ingelheim, con la carica di Vicepresidente, Scoperte bioterapeutiche, negli ultimi anni. Durante il suo mandato, Sanjaya ha guidato un team globale responsabile della creazione di una pipeline competitiva e produttiva di bioterapie cliniche e precliniche. Ha gestito con successo l’identificazione degli obiettivi terapeutici nel campo dell’immunomodulazione e ha sviluppato molecole biologiche nei campi dell’immunologia, oncologia, oftalmologia, cardio-metabolico e malattie infettive.

Nel mondo accademico, Sanjaya ha ricoperto una posizione presso il Dipartimento di Biologia Molecolare presso l’Institute of Life Sciences in India. Autore di numerosi articoli a valutazione inter pares, Sanjaya è anche coautore di più di 25 brevetti.

Sanjaya ha un dottorato di ricerca in Biologia molecolare presso la Banaras Hindu University, Varanasi, Uttar Pradesh, India. È stato ricercatore a contratto presso il Dipartimento di Oncologia molecolare all’University of Texas MD Anderson Cancer Center, Houston, Texas, e collaboratore alla ricerca presso il Dipartimento di Biochimica e Biologia molecolare, sempre presso l’MD Anderson Cancer Center in Texas.

SANJAYA SINGH, Ph.D.

Responsabile globale, Janssen BioTherapeutics

Timothy Coogan, Ph.D., DABT, è vicepresidente di Tossicologia dei farmaci biologici, Janssen Bioterapie all’interno di Janssen Ricerca & Sviluppo. In questo ruolo, Timothy è a capo di un gruppo responsabile della progettazione, dell’implementazione e dell’interpretazione dei dati di programmi non clinici di sicurezza/tossicologia a supporto del dosaggio clinico nell’uomo e della registrazione di prodotti terapeutici biologici e biofarmaceutici. Il gruppo di Timothy è inoltre responsabile della conduzione di studi di ricerca con lo scopo di affrontare problemi specifici di bersaglio e biologia durante lo sviluppo.

Timothy lavora con Janssen Pharmaceutical Companies of Johnson & Johnson da più di 20 anni: ha iniziato come scienziato senior del gruppo di valutazione della sicurezza dei farmaci. Con la sua esperienza nelle terapie con grandi e piccole molecole, Timothy ha contribuito o guidato lo sviluppo non clinico di una serie di importanti farmaci commercializzati. Timothy è inoltre responsabile del team pediatrico preclinico, un gruppo globale che lavora per fornire linee guida sul supporto non clinico delle terapie da utilizzare nelle popolazioni pediatriche. La sua esperienza gli ha consentito di redigere numerosi articoli e contribuire a libri sul supporto non clinico nello sviluppo di farmaci pediatrici.

Timothy è membro a pieno titolo della Society of Toxicology ed ex presidente del Mid-Atlantic Chapter della società stessa. È inoltre professore assistente aggiunto presso la School of Pharmacy della Temple University in Pennsylvania e ha conseguito la specializzazione in tossicologia.

Il Dott. Coogan ha conseguito la laurea di primo livello in biologia presso la Drexel University e il dottorato di ricerca in farmacologia presso la University of the Sciences in Philadelphia.

Timothy P. Coogan, Ph.D., DABT

Vicepresidente, Tossicologia dei farmaci biologici, Janssen Bioterapie

Hugh Davis, Ph.D., Vicepresidente di Scienze dello sviluppo dei biofarmaci, Janssen BioTherapeutics all’interno di Janssen Ricerca & Sviluppo. In questo ruolo, Hugh è a capo di un team responsabile della bioanalisi della farmacocinetica, della valutazione della risposta immunitaria e del modellamento e della simulazione della farmacocinetica.

Hugh lavora con Janssen Pharmaceutical Companies of Johnson & Johnson da più di 13 anni, e la sua esperienza in azienda è iniziata come direttore della farmacologia clinica. Prima di far parte di Johnson & Johnson, Hugh è stato responsabile globale del PERL (Pharmacodynamics and Exploratory Research Laboratory) di GlaxoSmithKline, dove era a capo di un team dedicato allo sviluppo e alla convalida delle analisi dei biomarcatori da utilizzare nella valutazione dei composti.

Con più di 25 anni di esperienza nel settore farmaceutico e delle biotecnologie, Hugh è autore di numerose pubblicazioni scientifiche ed è stato revisore del British Journal of Pharmacology and Clinical Pharmacology and Therapeutics. Hugh ha anche ricoperto il ruolo di professore presso numerosi istituti accademici nella regione di Philadelphia, Pennsylvania, tra cui la Villanova University, la Thomas Jefferson University e l’Immaculata University.

Hugh ha conseguito la laurea di primo livello in chimica presso la Gannon University di Erie, Pennsylvania, e la laurea di secondo livello e il dottorato di ricerca in biochimica presso la Villanova University.

Hugh M. Davis, Ph.D.

Vicepresidente, Scienze dello sviluppo dei biofarmaci, Janssen BioTherapeutics

Barry Springer, Ph.D., è Vicepresidente, Strategia, Tecnologia e Innovazione e Responsabile ad interim, Ricerca sui farmaci biologici in Janssen Bioterapie. Barry è responsabile del coordinamento delle iniziative strategiche dell’organizzazione e della conduzione delle iniziative di partnership commerciale scientifica. Contribuisce a forgiare le collaborazioni interne ed esterne, incluse interazioni più solide tra le attività di ricerca sulle molecole di grandi e piccole dimensioni e le piattaforme tecnologiche. Nel suo percorso più che decennale con Janssen, Barry ha contribuito a identificare e stabilire partnership esterne strategiche per la ricerca di scoperte in campo farmacologico e dei farmaci biologici.

Con più di 23 anni di esperienza nella scoperta e nello sviluppo dei farmaci, le competenze di Barry coprono scoperta e sviluppo delle molecole sia di grandi sia di piccole dimensioni. Prima di entrare a far parte di Janssen Pharmaceutical Companies of Johnson & Johnson, Barry ha lavorato per sette anni per 3-Dimensional Pharmaceuticals ricoprendo diversi ruoli, tra cui il più recente di direttore esecutivo delle scienze macromolecolari al momento dell’acquisizione dell’azienda da parte di Johnson & Johnson. In questo ruolo, Barry era responsabile di tutte le piattaforme per la scoperta dei farmaci e dei team e programmi per l’ingegnerizzazione, l’espressione, la purificazione e la biologia strutturale delle proteine, nonché dell’integrazione dell’azienda in Johnson & Johnson.

Barry è autore di una serie di pubblicazioni in riviste scientifiche e ha partecipato a numerose conferenze. Ha inoltre ottenuto numerosi brevetti nonché borse di ricerca dai National Institutes of Health e National Institutes of Standards and Technology per il suo lavoro nel campo delle biotecnologie.

Barry ha conseguito la laurea di primo livello in microbiologia, la laurea di secondo livello in biologia e il dottorato di ricerca in biochimica presso l’Università dell’Illinois. Barry è stato inoltre ricercatore a contratto presso il dipartimento di chimica dell’Università della California.

Barry Springer, Ph.D.

VICEPRESIDENTE, STRATEGIA, TECNOLOGIA E INNOVAZIONE e RESPONSABILE AD INTERIM, RICERCA SUI FARMACI BIOLOGICI, JANSSEN BIOTERAPIE

Robert Willenbucher, M.D., è responsabile del coordinamento del lavoro di terapia cellulare in Janssen Ricerca & Sviluppo e a capo di un team dedicato alla valutazione delle terapie basate sulle cellule che affrontano importanti esigenze mediche ancora senza risposta. La sua leadership include la supervisione del programma CNTO 2476, che riguarda la degenerazione della retina.

Dopo alcuni anni di pratica medica, Robert ha iniziato la sua carriera aziendale nel 1998 con Otsuka America Pharmaceutical ed è entrato a far parte di Johnson & Johnson poco dopo, nel 1999. Da allora, ha ricoperto diversi ruoli, con responsabilità sempre maggiori, all’interno dell’azienda. Prima di assumere il suo ruolo attuale, Robert è stato a capo dell’organizzazione per le cellule staminali, che ha dato il via alla venture interna per le cellule staminali (SCIV). In tale posizione, ha portato la SCIV ad aprire con successo un nuovo farmaco sperimentale e a dare il via allo sviluppo clinico di CNTO 2476, che è ora in corso nel gruppo di terapia cellulare.

Oltre a questa esperienza aziendale, Robert ha acquisito un’esperienza accademica di nove anni, lavorando nelle facoltà dell’Università della California, nelle sedi di San Francisco e Los Angeles.

Robert ha conseguito la laurea presso il Columbia University College of Physicians and Surgeons, una laurea di secondo livello presso la Wharton School of Business dell’Università della Pennsylvania e ha conseguito la specializzazione in medicina interna e gastroenterologia.

Robert F. Willenbucher, M.D.

Responsabile terapia cellulare Janssen, Janssen Ricerca & Sviluppo