Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.

Skip to main content

Cerca

Il nostro team dirigenziale per le neuroscienze

Leader della divisione Neuroscienze

 

“Janssen Research & Development si impegna nella scoperta e nell’immissione sul mercato di soluzioni terapeutiche innovative per soggetti con dolori e disturbi cerebrali.”

Husseini Manji, M.D., F.R.C.P.C.

Responsabile globale, Neuroscienze

Neuroscienze

Neuroscienze

Nerve fibers
Nerve fibers

Husseini Manji, M.D., F.R.C.P.C., è a capo dell’area terapeutica per le neuroscienze. Husseini è stato in precedenza presidente del laboratorio di fisiopatologia molecolare e terapie sperimentali del National Institutes of Health (NIH) e direttore del NIH Mood and Anxiety Disorders Program, il maggiore programma di questo tipo al mondo. È inoltre professore ospite presso la Duke University di Durham, Carolina del Nord. Si è laureato in biochimica presso la University of British Columbia di Vancouver, Canada. Dopo la specializzazione, ha completato la sua formazione presso il National Institute of Mental Health (NIMH) e ha ricevuto un’ulteriore formazione approfondita in biologia cellulare e molecolare presso il National Institute of Diabetes and Digestive and Kidney Diseases (NIDDK).

Il fulcro principale della ricerca di Husseini è l’analisi dei cambiamenti indotti dalle patologie e dai trattamenti nelle reti genetiche e proteiche che regolano la plasticità sinaptica e neurale nei disordini neuropsichiatrici. Il suo lavoro ha contribuito alla concettualizzazione di queste patologie come disordini della plasticità sinaptica e neurale influenzati geneticamente e ha portato alla ricerca di nuove terapie per i pazienti refrattari. Ha avuto inoltre un ruolo attivo nello sviluppo di biomarcatori per la classificazione di queste patologie causate da diversi fattori in sottocategorie basate sui meccanismi, con lo scopo di sviluppare terapie mirate.

Husseini ha ricevuto numerosi riconoscimenti clinici e per la ricerca, tra cui il NIMH Director’s Career Award for Significant Scientific Achievement, l’A.E. Bennett Award for Neuropsychiatric Research, lo Ziskind-Somerfeld Award for Neuropsychiatric Research, il National Alliance for Research on Schizophrenia and Depression (NARS AD) Mood Disorders Prize, il Mogens Schou Distinguished Research Award, il Joel Elkes Award for distinguished research dell’American College of Neuropsychopharmacology (ACNP), il Canadian Association of Professors Award, il Brown University School of Medicine Distinguished Researcher Award, il Depression and Bipolar Support Alliance (DBSA) Klerman Senior Distinguished Researcher Award, l’American Federation for Aging Research Award of Distinction il NIMH award for excellence in clinical care and research.

Oltre alla sua ricerca nelle neuroscienze e il suo lavoro per lo sviluppo di biomarcatori e terapie, Husseini ha anche avuto un ruolo attivo in alcune iniziative nel campo della formazione medica e delle neuroscienze ed è stato membro del comitato per i test nelle scienze comportamentali del National Board of Medical Examiners (NMBE), del comitato consultivo e di selezione degli assegnisti di ricerca dell’Hughes Medical Institute e dei comitati di diversi programmi a livello nazionale.

Husseini è stato fondatore e co-direttore della NIH Foundation for the Advanced Education per il corso di laurea in neurobiologia delle malattie neuropsichiatriche e ha ricevuto i riconoscimenti NIMH Mentor of the year e NIMH Supervisor of the year, nonché il Page Laughlin Distinguished Teacher Award.

Husseini ha all’attivo numerose pubblicazioni sulla neurobiologia molecolare e cellulare delle malattie neuropsichiatriche gravi e sullo sviluppo di terapie innovative. È stato redattore di Neuropsychopharmacology Reviews: The Next Generation of Progress, vice redattore di Biological Psychiatry, redattore associato della rivista Bipolar Disorders e membro del comitato di redazione di numerose riviste. È stato accolto all’Institute of Medicine (IOM) della National Academy of Sciences, ha ricoperto il ruolo di consigliere sia per l’ACNP sia per la Society of Biological Psychiatry, è vicepresidente del NIH Biomarkers Neuroscience Steering Committee, è stato presidente della Task force dell’ACNP per lo sviluppo di nuovi farmaci, è consulente scientifico della campagna One Mind (partnership tra pubblico e privato con lo scopo di sviluppare il primo piano decennale statunitense per la ricerca nelle neuroscienze), è stato nominato per il consiglio dell’International Neuroethics Society e ha concluso da poco il mandato da presidente della Society of Biological Psychiatry.

Husseini K. Manji, M.D., F.R.C.P.C.

Responsabile dell’Area terapeutica globale, Neuroscienze

Carine Brouillon è leader delle strategie commerciali globali dell’area terapeutica Neuroscienze. Nel suo ruolo, dirige le strategie e progetta i prodotti della pipeline Neuroscienze di Janssen in tutto il mondo. In collaborazione con Ricerca & Sviluppo, Carine e il suo team sono responsabili della definizione e dell’attuazione della strategia di Neuroscienze, della costruzione dei capisaldi dell’area di patologia, del mantenimento dei capisaldi commerciali dell’azienda e dello sviluppo delle aree di approfondimento di esperienza in tutti gli aspetti commerciali. Le sue aree di attenzione principali comprendono il posizionamento sul mercato di prodotti e soluzioni differenziate e lo sviluppo di strategie di accesso globali.

Inoltre, Carine è presidente del Consiglio di sostenibilità di Janssen. Dirige il consiglio nella sua opera di sensibilizzazione e coinvolgimento dei dipendenti, di integrazione della sostenibilità nelle pratiche aziendali di Janssen e di miglioramento della reputazione dell’azienda per il suo ruolo di leader di cittadinanza e sostenibilità.

Carine è entrata in Johnson & Johnson nel 1997 come responsabile prodotto e ha occupato diverse posizioni di crescente responsabilità nelle aree di vendite, marketing e gestione generale. Precedentemente era stata presidente di Janssen Terapie. In questo ruolo, era responsabile dell’attività commerciale di malattie infettive negli Stati Uniti, compreso favorire la crescita dei farmaci per l’HIV e l’epatite C dell’azienda. Ha anche lavorato come membro del team dirigenziale di Janssen Nord America.

Prima di entrare in Janssen Terapie, Carine era stata amministratore delegato di Austria e Svizzera, responsabile delle nostre attività farmaceutiche in entrambi i Paesi. In questa posizione, Carine ha guidato l’integrazione delle società Janssen in Svizzera e Austria in un’unica organizzazione. Durante questo periodo di cambiamenti, il coinvolgimento dei dipendenti è rimasto alto, ciò ha permesso di guadagnarsi il riconoscimento “Miglior posto di lavoro” da parte di una prestigiosa organizzazione esterna nel 2010, 2011 e 2012.

Carine è anche stata vicepresidente, Vendite e Marketing per Janssen Francia, responsabile delle divisioni psichiatria, virologia, nefrologia e dermatologia. Sotto la sua leadership, Janssen Francia ha raggiunto un forte aumento delle quote di mercato dei prodotti principali. Prima di questo ruolo, Carine era stata direttore dell’attività europea, Nefrologia.

Prima di entrare nell’azienda, Carine ha lavorato per cinque anni in BioMérieux, una società di diagnostica in Francia. Ha conseguito il suo dottorato in farmacia e la laurea di secondo livello in marketing e amministrazione presso l’Università di Lione.

Carine Brouillon

Leader delle strategie commerciali globali, Neuroscienze

Declan Jones, Ph.D., si è unito al team per le neuroscienze come vicepresidente dell’innovazione scientifica di Johnson & Johnson Innovation, Londra, a giugno 2013. Precedentemente, Declan ha lavorato per il Centre of Excellence for External Drug Discovery (CEEDD) di GlaxoSmithKline (GSK), dove, in qualità di responsabile della ricerca, aveva il compito di creare strategie scientifiche, identificare nuove opportunità e gestire i programmi dalla fase preclinica alla fase II dei programmi statali in tutte le aree terapeutiche.

Prima di passare al CEEDD di GSK, Declan ha lavorato per 14 anni nel reparto di ricerca e sviluppo dei farmaci per le neuroscienze di GSK, ottenendo il ruolo di responsabile della neurobiologia in vitro e leader strategico dell’area malattie per schizofrenia e disturbi bipolari nel Centro psichiatrico di eccellenza per la ricerca sui farmaci e di membro del team dirigenziale di biologia. Il suo reparto era responsabile dell’identificazione di 12 risorse candidate per lo sviluppo (NME) e ha fornito supporto in vivo per una serie di risorse immesse sul mercato. Declan ha ricevuto il Research & Development Pipeline award nel 2009 per il suo ruolo di leader in un programma sulla schizofrenia con un esito di fase II positivo.

Declan ha al suo attivo più di 75 pubblicazioni sottoposte a valutazione inter pares e per tre anni è stato membro principale del gruppo per le neuroscienze del comitato per le borse di studio del Biological Sciences Research Council (BBSRC). Ha ottenuto il dottorato presso l’Università di Bradford, nel Regno Unito e ha continuato l’attività post-dottorato all’Università di Emory di Atlanta, Georgia, e all’Università dell’Hertfordshire, Regno Unito, prima di entrare nel settore farmaceutico. È presidente del Mood DAS Novel Targets Evaluation Forum (NTEF), è attualmente membro del team esecutivo della Dementias Platform UK e del Wellcome Trust Neuroinflammation Consortium ed è recentemente entrato a far parte del SAB per il South London and Maudsely NHS Foundation Trust Biomedical Research Centre dell’Institute of Psychiatry, Psychology, and Neuroscience (King’s College, Londra).

Declan N.C. Jones, Ph.D.

Vicepresidente, Responsabile delle neuroscienze, Johnson & Johnson Innovation, Londra

Thomas Luby, Ph.D., è direttore senior delle Nuove iniziative presso Johnson & Johnson Innovation, Boston, e il suo lavoro si incentra su investimenti e collaborazioni iniziali nelle aree Neuroscienza, Cardiovascolare e Metabolico e Malattie infettive. Prima di entrare a far parte di Johnson & Johnson Family of Companies, Tom ha lavorato presso Shire, con il ruolo di direttore senior delle iniziative di ricerca. Tale ruolo gli ha permesso di essere coinvolto in una serie di investimenti iniziali nell’abito delle malattie rare.

Tom ha inoltre ricoperto diverse posizioni nell’ambito della ricerca operativa e dello sviluppo in aziende di biotecnologia medie e start-up. Ha collaborato a numerosi programmi dalla scoperta alla fase II nel campo delle malattie infettive, dell’immuno-oncologia e dei disturbi monogenetici. La sua posizione nelle aziende piccole come in quelle più grandi gli ha permesso di comprendere le opportunità e le difficoltà delle collaborazioni aziendali nella fase iniziale di ricerca e sviluppo delle scienze biologiche. Tom crede fermamente che la partecipazione delle grandi aziende sia essenziale per il successo dell’intero ecosistema iniziale e mantiene il suo impegno nell’identificazione di team e programmi che possono trarre vantaggio da collaborazioni fruttifere.

Tom ha ottenuto la laurea di primo livello in biologia presso la State University di New York, il dottorato di ricerca in immunologia presso la Tufts University di Medford, Massachusetts ed è stato ricercatore a contratto nel reparto di biologia delle cellule tumorali alla Harvard School of Public Health di Cambridge, Massachusetts.

Thomas M. Luby, Ph.D.

Direttore senior, Nuove iniziative, Johnson & Johnson Innovation, Boston

Eric Schaeffer, Ph.D., ha conseguito la laurea presso l’Albert Einstein College of Medicine di New York, e ha continuato con la specializzazione post-dottorato presso il Massachusetts Institute of Technology (MIT) e la Rockefeller University di New York.  Nel 1994, Eric è entrato a far parte della divisione di scienze molecolari di Pfizer a Groton, Connecticut, dove ha ricoperto diversi ruoli nell’ambito della scoperta delle scienze molecolari e delle neuroscienze, completando il suo percorso come direttore senior per la ricerca nelle neuroscienze, a capo di gruppi di farmacologia in vitro e in vivo.  Durante la sua esperienza in Pfizer, Eric ha partecipato all’avanzamento di numerosi composti allo sviluppo iniziale per il trattamento di depressione, ansia e disturbo bipolare, e ha avuto un ruolo chiave nel team che ha scoperto la prima terapia sostitutiva senza nicotina approvata dall’FDA per la dipendenza dal fumo.

Nel 2009, Eric è entrato a far parte della fondazione Cure Huntington's Disease Initiative (CHDI) come direttore della neurofarmacologia, ed è stato a capo di team di scoperta per l’identificazione di trattamenti innovativi per la malattia di Huntington. Nel 2010, Eric ha accettato la posizione di direttore dei biomarcatori clinici nelle neuroscienze presso Bristol Meyers Squibb, dove è stato responsabile della strategia e delle tattiche di medicina traslazionale per il settore psichiatrico. Nel 2014, Eric è entrato in Janssen R&D come direttore senior del gruppo per le innovazioni esterne nelle neuroscienze. Attualmente, Eric è responsabile della gestione di una serie di collaborazioni biotecnologiche e accademiche incentrate sull’offerta di terapie innovative per il trattamento di disturbi dell’umore gravi e della malattia di Alzheimer.

Eric Schaeffer, Ph.D.

Direttore senior, Leader di progetto scientifico

Guy R. Seabrook, Ph.D. si è unito a Janssen nel 2012. Il suo compito in qualità di direttore delle Neuroscienze per Johnson & Johnson Innovation, California, di recente costituzione, è di contribuire alla co-creazione e all’implementazione del piano di innovazione esterna per l’applicazione della strategia di ricerca e sviluppo dell’area terapeutica delle neuroscienze. Questo include il rafforzamento della posizione di Janssen come partner ideale in un contesto altamente competitivo di collaborazioni esterne. Il nostro obiettivo è l’individuazione delle migliori opportunità per collaborazioni capaci di generare valore e lo sviluppo di un portafoglio di investimenti leader nel settore. Per questo è necessaria anche la costituzione di una solida rete di esperti di scienza nella comunità globale delle innovazioni. Guy vanta più di 23 anni di esperienza nella ricerca per la scoperta dei farmaci, tra cui ricerca preclinica su prodotti immessi sul mercato e candidati nello sviluppo clinico. In precedenza ha fatto parte dell’organizzazione GER&D (Global External Research & Development) di Eli Lilly, dove era a capo del team GER&D per la business unit di Lilly dedicata alla biomedicina, e ha lavorato per Merck & Co, Inc, dove era responsabile del dipartimento di West Point per la ricerca sulla malattia di Alzheimer. Ha conseguito il dottorato di ricerca in zoologia presso l’Università di Nottingham, Regno Unito, nel 1987, e ha completato la ricerca post dottorato presso la University of Miami School of Medicine di Miami, Florida.

Guy R. Seabrook, Ph.D.

Vicepresidente, Innovazione nell’area delle neuroscienze, Johnson & Johnson Innovation, California

Luc è un esperto altamente considerato nello sviluppo clinico e non clinico precoce e con una forte esperienza nello sviluppo e nell’applicazione di modelli di medicina sperimentale traslazionale e di biomarcatori.  È un ottimo leader di persone e team, e ha occupato cariche gestionali nella medicina clinica e nella salute pubblica globale.

Come leader del gruppo Medicina sperimentale, Luc dirige la progettazione di strategie cliniche e l’esecuzione di sperimentazioni cliniche attraverso il Proof of Concept per tutte le nuove entità molecolari generate nell’area terapeutica (TA) Neuroscienze di Janssen. Ha integrato con successo l’esperienza medica nella scoperta di farmaci e nel processo di sviluppo precoce. Lavora anche come membro del team dirigenziale senior di Neuroscienze di Janssen R&D.

Ha utilizzato il processo rapido e semplice legato allo sviluppo di piani clinici, allo sviluppo di protocolli e all’esecuzione delle sperimentazioni, compresa la relativa visualizzazione semplificata, e ha iniziato diverse attività di miglioramento del processo di sviluppo precoce all’interno e all’esterno del gruppo Medicina sperimentale e attraverso le cinque aree terapeutiche. Ha lavorato come leader del team di sviluppo di composti per diversi progetti nello sviluppo precoce e tardivo.  Luc mantiene una stretta collaborazione proficua con partner esterni, i centri Johnson & Johnson Innovation e gli istituti universitari.

Luc è presidente del Comitato di revisione scoperte/sviluppo (DDRC) della TA Neuroscienze per lo sviluppo precoce. Presiede anche il meeting tra i responsabili delle TA per lo sviluppo precoce e il meeting di rete delle neuroscienze di Beerse, ed è membro del comitato “first-in-human” di Johnson & Johnson e del team dirigenziale senior di Janssen Campus R&D di Beerse, Belgio.

Luc è entrato a far parte della Janssen Research Foundation di Beerse nel 1989 e ha assunto diverse posizioni gestionali, fra cui manager di ricerca clinica e manager di ricerca clinica senior, Medicina cardiovascolare; direttore associato, Medicina interna; direttore, Gastroenterologia globale; direttore senior, Terapie sperimentali globali e Farmacocinetica umana; amministratore-project champion, Valutazione dei farmaci e vicepresidente, Medicina sperimentale, Europa. È stato nominato nel suo ruolo attuale nel 2009.

Prima di unirsi a Janssen, ha esercitato la professione medica e ha occupato posizioni gestionali in medicina clinica e salute pubblica presso il St. Erasmus Hospital di Anversa, Belgio, e il Ministero della Salute dello Zimbabwe, Africa.

Luc ha conseguito la laurea in medicina presso l’Università Cattolica di Lovanio, Belgio, e ha completato la specializzazione in Medicina tropicale presso l’Istituto Principe Leopoldo di Anversa. Ha studiato presso la Vlerick School for Management di Lovanio, Belgio. È autore o coautore di oltre 75 pubblicazioni e abstract.

Luc Van Nueten

VICEPRESIDENTE, MEDICINA SPERIMENTALE, JANSSEN RESEARCH & DEVELOPMENT, LLC