Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.

Skip to main content

Cerca

Storia – Svolta ecologica in Svizzera

Svolta ecologica in Svizzera

One J&J Zug, un gruppo di Johnson & Johnson Family of Companies con sede a Zugo, Svizzera, è una struttura all’avanguardia realizzata per soddisfare le esigenze del 21° secolo. Il team locale si concentra sul modo in cui le strutture migliorano il metodo di lavoro e collaborazione dei dipendenti, nonché i rivoluzionari standard sull’ambiente di lavoro, grazie ai quali il campus ha ottenuto tre certificazioni sulla sostenibilità.

L’edificio si estende su circa 23.200 metri quadri ed è munito di pannelli fotovoltaici, illuminazione a LED e pompa geotermica con uno scambiatore di calore sotterraneo che estrae energia dalle falde acquifere per fornire sia riscaldamento sia refrigerazione. Il monitoraggio del consumo di energia in tempo reale consente al team di gestire e ridurre l’impatto ambientale dell’operazione.

“Monitorando continuamente il nostro utilizzo di energia, siamo in grado di identificare opportunità di riduzione”, afferma Jorge Rodriguez, direttore di stabilimento del campus di Zugo. “In questo modo non solo riusciamo a ottimizzare il nostro utilizzo di energia e a minimizzare i consumi, ma creiamo anche consapevolezza sull’impiego dei dati messi a disposizione di tutti i dipendenti della sede di Zugo.”

La struttura di Zugo è stato il primo edificio in Svizzera ad aver ottenuto una certificazione di livello “platino” nella LEED (Leadership in Energy and Environmental Design), che presenta il livello più elevato di certificazione in LEED Green Building Rating System™. Il sistema di classificazione è un programma di certificazioni dell’United States Green Building Council per la realizzazione, la creazione e il funzionamento di edifici ad elevate prestazioni. Il campus vanta una certificazione MINERGIE® e Green Property, con sede in Svizzera. Zugo è uno dei 20 edifici Johnson & Johnson certificati LEED di tutto il mondo.

La politica sulla realizzazione e costruzione della sostenibilità di Johnson & Johnson richiede che tutti i progetti di ristrutturazione con un costo di almeno 5 milioni di dollari USA e tutte le nuove strutture autonome di proprietà o in leasing delle società Johnson & Johnson di tutto il mondo devono integrare la sostenibilità nella loro progettazione e costruzione. Questa politica fa parte di uno sforzo più ampio volto a ridurre le emissioni di gas a effetto serra globali del 20% al di sotto dei livelli del 2010 entro il 2020, nonché per incrementare una capacità in sede di energie pulite e rinnovabili a 50 megawatt entro il 2015.

Gli sforzi profusi nell’innovazione hanno avuto un discreto successo. Nel 2013, Johnson & Johnson è stata riconosciuta come leader del settore sanitario CDP (in precedenza Carbon Disclosure Project) nell’ambito di S&P 500 oltre a essere nominata nel CDP Leadership Index per il quarto anno consecutivo.

“La nostra politica sull’energia compatibile con il clima che ci incita a ridurre costantemente le nostre emissioni di carbonio mediante un miglioramento dell’efficienza energetica delle nostre operazioni e dell’utilizzo di energia pulita e rinnovabile laddove possibile, ci ha aiutato a concretizzare i programmi che ci hanno permesso di ottenere un ottimo punteggio in questo importante sondaggio pubblico”, puntualizza Jed Richardson, responsabile dell’energia globale Johnson & Johnson.

Inoltre, stiamo ampliando il nostro impegno nell’efficienza energetica e nella riduzione di gas a effetto serra incoraggiando i nostri fornitori a partecipare al programma della catena di fornitura di CDP e un significativo numero di quelli contattati da Johnson & Johnson lo ha fatto per nostro conto.

“Noi di Johnson & Johnson siamo convinti che la salute umana tragga benefici da un mondo sano e, per questo, ci impegniamo costantemente nel miglioramento della nostra efficienza energetica, riducendo l’impatto ambientale e collaborando ad approcci innovativi”, afferma Brian Boyd, Vicepresidente, Ambiente, salute, sicurezza e sostenibilità, Johnson & Johnson. “Desideriamo lavorare con fornitori che condividano le nostri convinzioni e i nostri impegni.”

Johnson & Johnson ha diversi obiettivi Healthy Future 2015 per migliorare la nostra esperienza nella salvaguardia del pianeta mediante riduzione degli impatti ambientali delle nostre operazioni e collaborare con fornitori che condividono le nostre idee sulla sostenibilità.

Sostenibilità

Sostenibilità

Pajaros, Julius Caesar Bustamante
Julius Caesar Bustamante, Pajaros