Skip to main content

Cerca

Soluzioni di chimica verde

Uno sguardo sotto la cappa delle soluzioni di chimica verde

Uno sguardo sotto la cappa delle soluzioni di chimica verde

La nostra serie multi-parte sulla Chimica verde continua con uno sguardo al modo in cui i laboratori belgi di Janssen stanno “diventando verdi” per offrire benefici alle persone, al pianeta e alla redditività. Non perderti il resto della nostra serie dedicata alla chimica verde facendo clic qui per una breve introduzione al concetto, e qui per ulteriori informazioni sul modo in cui Janssen sta vivendo i principi della chimica verde.

Davvero pochi centimetri possono fare una notevole differenza nell’aiutare il nostro pianeta?

La risposta è sì. Basta chiedere alle persone che lavorano presso i laboratori Janssen a Beerse e Geel in Belgio. È qui che sono state ottenute notevoli riduzioni nell’uso dell’energia ed è stata aumentata la sicurezza dei dipendenti semplicemente implementando dispositivi di ventilazione a cappa con controlli a volume d’aria variabile (VAV), e chiudendo le finestre di mezzo metro delle unità.

“Il consumo energetico di queste unità è storicamente sempre stato piuttosto alto, perché erano sempre attive e “aperte” per utilizzare il flusso d’aria totale,” dice Mario Don Porto Carero, tecnico responsabile senior Janssen di Soluzioni di piattaforma di riscaldamento, ventilazione e aria condizionata (HVAC). “In un solo anno, un’unità potrebbe usare 12 milioni di metri cubi di aria, e avere un costo di più di 3.400 dollari di consumo energetico, e abbiamo più di 500 cappe nei nostri impianti di Beerse e Geel.”

Alcuni anni fa, Mario e il suo team iniziarono a sfruttare la nuova tecnologia per ridurre al minimo il consumo energetico, con grande successo.

“Recuperiamo energia, limitiamo il flusso necessario per unità e utilizziamo una nuova funzione VAV con controllo a fasce, che consente di usare solo il flusso d’aria necessario per poter lavorare in sicurezza, quindi senza sprechi,” dice Mario. “Quando la cappa è quasi chiusa, il flusso si riduce dell’80 percento. Ogni anno abbiamo un 70 percento di riduzione del consumo energetico e una riduzione di 268 tonnellate di emissioni di CO².”

Fattore altrettanto importante, il VAV riduce anche il rumore e gli spifferi, fornendo maggiore comfort e sicurezza per i ricercatori Janssen. Le finestre chiuse forniscono anche una protezione migliore da qualsiasi schizzo chimico e migliorano le prestazioni delle cappe. Secondo Mario, “Questo progetto ha ottimi risultati su tutti i tre aspetti della sostenibilità: persone, pianeta e profitto.”

Ovviamente, il successo del progetto dipende da qualcuno che chiuda effettivamente la finestra della cappa. Il team è coinvolto in un programma a quattro fasi a supporto di tale cambiamento nel comportamento dei dipendenti, fra cui la formalizzazione e la comunicazione di nuove linee guida per la sicurezza, la promozione di vantaggi economici, l’esecuzione di controlli regolari sull’energia e sulla sicurezza e l’inclusione della conformità della cappa negli obiettivi personali di ciascun collega. L’apertura media ora è ridotta a 16 centimetri, ovvero una riduzione del 70 percento.

I team Janssen in Belgio non si fermano solo alle finestre; stanno promuovendo la sostenibilità anche al di fuori delle loro porte, rispedendo i materiali di imballaggio vuoti ai fornitori originali.

“I nostri ricercatori erano preoccupati della quantità di materiale di imballaggio usato per i prodotti che ordinavano, sebbene il contenuto effettivo delle scatole fosse talvolta minimo,” dice Annemie Wouters, tecnico senior. “Grazie al nostro progetto ‘Closing the Loop’, stiamo restituendo l’imballaggio ai nostri fornitori, per incoraggiarli a utilizzare meno materiale possibile e a riutilizzarlo. Ci stiamo sforzando di ordinare sempre scatole piene, e stiamo cercando dei modi per combinare gli ordini da laboratori di reparti diversi per sfruttare le nostre dimensioni e ridurre ulteriormente gli sprechi legati all’imballaggio.”

Secondo Annemie, il team continua anche ad applicare modifiche in quello che viene ordinato, ad esempio passando da flaconi di vetro a flaconi di plastica, cosa che sta già facendo risparmiare ogni anno al campus quasi una tonnellata e mezza di incenerimento dei rifiuti.

Sebbene la tecnologia sia un aiuto fondamentale, la chimica verde e la sostenibilità riguardano davvero le persone. Il team Janssen in Belgio continua a mostrare di essere all’altezza di questa sfida.

Sostenibilità

Sostenibilità

Pajaros, Julius Caesar Bustamante
Julius Caesar Bustamante, Pajaros