Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.
Skip to main content

Cerca

Husseini K. Manji, M.D., F.R.C.P.C.

Husseini K. Manji, MD, FRCPC è responsabile dell’Area terapeutica globale di Neuroscienze presso Janssen Research & Development, LLC, una delle aziende farmaceutiche di Johnson & Johnson. È inoltre professore ospite presso la Duke University. Il Dott. Manji è stato in precedenza responsabile del laboratorio di fisiopatologia molecolare e terapie sperimentali dei National Institutes of Health (NIH) e direttore del NIH Mood and Anxiety Disorders Program, il programma più grande al mondo di questo tipo.

L’obiettivo principale della ricerca del Dott. Manji è l’indagine e il trattamento della patologia e come questa induca dei cambiamenti nei geni e nelle reti proteiche che regolano la plasticità sinaptica e neurologica nelle malattie mentali. Il suo lavoro ha aiutato a concettualizzare queste patologie come dovute a disordini geneticamente influenzati della plasticità sinaptica e neurologica e ha guidato la ricerca di nuove soluzioni terapeutiche per i pazienti. In particolare, la ricerca del Dott. Manji ha dimostrato cha la plasticità sinaptica mediata da AMPA e NMDA può essere alla base della patogenesi della depressione e che mirare a questi pathway può produrre effetti antidepressivi efficaci e rapidi. Sotto la sua leadership, nei decenni ciò ha portato all’approvazione da parte dell’FDA del primo nuovo meccanismo antidepressivo (antagonismo del NMDA). È stato dimostrato che Spravato (un antagonista del NMDA) produce un effetto antidepressivo efficace e rapido ed è approvato come trattamento per la depressione resistente. Gli studi di fase 3 che indagano sulla sua efficacia nel trattamento di pensieri suicidi sono tutt’ora in corso.

Il Dott. Manji ha ricevuto numerosi premi prestigiosi, tra cui il NIMH Director’s Career Award for Significant Scientific Achievement, l’A.E. Bennett Award for Neuropsychiatric Research, lo Ziskind-Somerfeld Award for Neuropsychiatric Research, il NARS Mood Disorders Prize, il Mogens Schou Distinguished Research Award, il Joel Elkes Award for distinguished research dell’ACNP, il DBSA Klerman Senior Distinguished Researcher Award, il Briggs Pharmacology Lectureship Award, l’American Federation for Aging Research Award of Distinction, il Caring Kind Alzheimer’s Disease Leadership Award e il Global Health & the Arts Award of Recognition. Ha ricevuto il Research & Hope Award for Excellence in Biopharmaceutical Research di PhRMA ed è stato anche premiato anche come uno dei primi 14 “Health Heroes” dalla rivista Oprah.

Il Dott. Manji è stato ammesso alla National Academy of Medicine (in precedenza IOM), nei Consigli per il futuro globale del Forum economico mondiale (WEF) e ha ricoperto numerose posizioni di leadership all’interno del NAM, del Biomarkers Consortium Executive Committee FNIH, dell’ACNP e della Society of Biological Psychiatry.

Nel corso della sua carriera il Dott. Manji è stato coinvolto in iniziative nel campo della formazione medica e delle neuroscienze e ha collaborato con il National Board of Medical Examiners (NMBE), il programma di borse di studio dell’Howard Hughes Medical Institute Research, e con numerosi comitati sui programmi di formazione nazionali. È stato fondatore e co-direttore della NIH Foundation for the Advanced Education per il corso di laurea in neurobiologia delle malattie neuropsichiatriche e ha ricevuto i riconoscimenti per le sue attività di insegnamento e mentoring. È stato anche redattore e membro di comitati di redazione di numerose riviste scientifiche.

Il Dott. Manji ha all’attivo numerose pubblicazioni sulla neurobiologia molecolare e cellulare delle malattie neuropsichiatriche gravi e sullo sviluppo di terapie innovative, con più di 300 pubblicazioni su riviste sottoposte a valutazione inter pares, che includono Science, Science Translational Medicine, Nature Neuroscience, Nature Reviews Neuroscience, Nature Reviews Drug Discovery, NEJM, J Clinical Investigation, PNAS, J Neuroscience, JAMA Psychiatry, Molecular Psychiatry