Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.
Skip to main content
 

Cerca

Neoplasie ematologiche (tumori del sangue)

Neoplasie ematologiche (tumori del sangue)

Negli ultimi 50 anni sono stati compiuti progressi significativi nel trattamento delle persone con diagnosi di cancro del sangue. La nostra leadership ha avanzato terapie trasformative per le neoplasie ematologiche e ci impegniamo a continuare a guidare l'evoluzione della nostra comprensione e trattamento di queste malattie.

MIELOMA MULTIPLO

Fino a poco tempo fa, il trattamento del mieloma multiplo, il secondo tumore del sangue più comune, si era concentrato sull'estensione della sopravvivenza attraverso trapianti di cellule staminali e terapie mirate. Abbiamo sviluppato una terapia approvata a livello globale che riduce il rischio di progressione della malattia e aumenta il tempo di remissione per i pazienti che in precedenza avevano poche opzioni. Stiamo sfruttando la nostra vasta conoscenza delle neoplasie ematologiche per ricercare e sviluppare terapie a base immunitaria che mirano in modo univoco al mieloma multiplo. Ad esempio, abbiamo fatto enormi progressi con il nostro programma di terapia con cellule T del recettore chimerico dell'antigene (CAR).

AMILOIDOSI

L'amiloidosi è una malattia rara e grave in cui la proteina amiloide si accumula nei tessuti o negli organi e alla fine può portare a insufficienza d'organo pericolosa per la vita. Il nostro lavoro si concentra sulla migliore comprensione della malattia e sull'eventualità che lo standard di cura più una nuova versione sottocutanea di una terapia esistente per altre neoplasie ematologiche possa portare benefici ai pazienti.

NEOPLASIE DEI LINFOCITI B

Abbiamo collaborato allo sviluppo di un trattamento di prima classe approvato a livello mondiale per alcune neoplasie dei linfociti B, tra cui la leucemia linfocitica cronica (LLC), il linfoma mantellare precedentemente trattato, la macroglobulinemia di Waldenstrӧm e il linfoma della zona marginale precedentemente trattato. Continuiamo a innovare per far progredire le cure e fornire nuove opzioni di trattamento per queste neoplasie, nonché per il linfoma diffuso a grandi cellule B e il linfoma follicolare. La LLC è la forma più comune di leucemia nel mondo occidentale. Il linfoma a cellule mantellari è un linfoma raro e aggressivo con un tasso di sopravvivenza medio di 6-7 anni. La macroglobulinemia di Waldenstrӧm, il linfoma della zona marginale, il linfoma diffuso a grandi cellule B e il linfoma follicolare rappresentano la maggior parte dei casi di linfoma non Hodgkin.

NEOPLASIE MIELOIDI

La leucemia mieloide acuta (AML) è una malattia del midollo osseo che può diffondersi rapidamente nel sangue. Il nostro obiettivo è comprendere meglio le terapie esistenti che rendono i pazienti resistenti al trattamento standard e trovare modi per superare la resistenza. I pazienti con AML hanno un tasso di sopravvivenza globale a 5 anni pari al 24%.

Nelle sindromi mielodisplastiche (MDS), il midollo osseo non produce abbastanza globuli sani, portando all'anemia nel 60-80% dei pazienti e alla necessità di trasfusioni di sangue. Abbiamo sviluppato i primi agenti stimolanti l’eritropoiesi, approvati per il trattamento dell'anemia nei pazienti con MDS e per ridurre il numero di trasfusioni.

Ci impegniamo a portare alla luce nuove opzioni di trattamento per i pazienti con AML e MDS e abbiamo avanzato un programma di sviluppo completo che include nuovi approcci bispecifici e un anticorpo mirato a un checkpoint immunitario correlato. Sono attualmente in corso lavori preclinici su altri composti promettenti.

Oncologia

Oncologia

Human lung bronchioalveolar carcinoma cell