Skip to main content

CERCA

Patologie Metaboliche e Cardiovascolari

Patologie Metaboliche e Cardiovascolari
L’area delle terapie cardiovascolari e metaboliche

Le malattie cardiovascolari e le malattie metaboliche come il diabete e l’obesità, definiti come i “problemi di salute del 21° secolo”, sono in forte crescita, soprattutto negli ultimi anni.

Il cambiamento demografico è il fattore più importante che determina l’aumento della prevalenza del diabete in tutto il mondo e in particolare l’incremento percentuale delle persone con più di 65 anni di età. Regimi alimentari e stili di vita stanno contribuendo, non solo in Occidente ma in numero crescente nelle regioni di tutto il mondo, a quella che sta diventando una crisi mondiale della salute. Attualmente, circa il 50% di tutti i pazienti diabetici è affetto da malattie cardiovascolari.

Il nostro impegno in quest’area terapeutica è volto alla scoperta di trattamenti innovativi che possano soddisfare i bisogni clinici ancora insoddisfatti dei pazienti.

Il diabete mellito

Il diabete mellito

Il diabete mellito è una malattia metabolica conseguente prevalentemente ad una ridotta sensibilità o alla mancanza di insulina, il principale ormone che regola il livello di glucosio nel sangue, e ciò porta ad un costante innalzamento dei valori di glicemia (iperglicemia). Il diabete mellito è da considerare però come un disturbo globale del metabolismo, in quanto interessa diversi organi.

Il diabete rappresenta una condizione patologica in costante aumento, soprattutto nella forma di tipo 2, costituendo, per via delle sue complicanze, la prima causa di morte e di cecità nei paesi industrializzati.

Gli italiani con diagnosi di diabete di tipo 2 oggi sono circa il 5,5% della popolazione, cioè oltre 3 milioni1. Si stima che a questo numero possano aggiungersi più di 1 milione di persone, che non sanno di avere questa malattia.

Le forme più comuni di diabete mellito sono:

  • Il Diabete di tipo 1, o insulino-dipendente, di natura autoimmune. Esordisce in età infantile ed ha una sintomatologia acuta
  • Il Diabete di tipo 2, o non insulino-dipendente. Ha un esordio più tardivo, anche se oggi la diffusione dell'obesità infantile ne ha fatto aumentare l'incidenza anche nei soggetti più giovani.

Per maggior informazioni sul diabete, visita il sito Janssen Disease Lens e la pagina Facebook Diabete Move to Cure

Ulteriori riferimenti