Skip to main content

CERCA

La Sanità del futuro: in Piemonte nuova Asl centralizzata e investimenti farmaceutici


La Sanità del futuro: in Piemonte nuova Asl centralizzata e investimenti farmaceutici
 

Si prospettano importanti novità per la sanità piemontese stando a quanto emerso dal convegno “La sanità del futuro e la sua governance”, organizzato a Torino da Federsanità Anci, con il sostegno di Janssen.

L’incontro è stato l’occasione per una serie di significativi annunci da parte delle istituzioni presenti al tavolo dei relatori. Il primo riguarda la decisione di creare in regione Piemonte una nuova Asl, che si aggiungerà a quelle esistenti, ma che avrà funzioni completamente diverse.

“Si tratterà di una “super Asl centralizzata” per effettuare gli acquisti. “Garantirà controlli più efficaci e procedure più snelle”, ha dichiarato l’assessore alla Sanità regionale Antonio Saitta in occasione del convegno.

Per il momento, quella che è stata definita [email protected], è una comunicazione avvenuta nella giunta del 19 gennaio ma, a breve, dopo aver superato la discussione in consiglio regionale, potrebbe diventare operativa. Il Piemonte, dunque, sceglie la strada già percorso da altre Regioni come il Veneto, la Toscana e la Liguria. “La nascita della nuova azienda sanitaria centralizzata per gli acquisti – ha ancora detto Saitta - va nella direzione di sbloccare risorse e sempre più si dovrà agire sulla concorrenza per ottenere maggiori risparmi”.

Nel medesimo convegno è emerso l’interesse dell’industria farmaceutica per il Parco della Salute, dell’Innovazione e della Scienza, il nuovo polo ospedaliero, didattico e di ricerca previsto al Lingotto. “C’è un grande interesse degli associati a Farmindustria per questo genere di esperienze - ha spiegato Massimo Scaccabarozzi, presidente Farmindustria nonchè presidente e amministratore delegato di Janssen Italia -. Ormai la ricerca non si fa solo più nei laboratori delle case farmaceutiche ma puntando sulla partnership tra pubblico e privato. Ecco perchè per noi la nascita del Parco della Salute è imprescindibile”. 

Durante il suo intervento, il presidente ha riportato dati sui costi farmaceutici e sulle tecnologie legate ai farmaci innovativi, sia oncologici sia quelli sul versante dell’epatite C. Il Piemonte si conferma attrattore di investimenti grazie ai suoi importati progetti futuri e alla credibilità che ha fornito con l’uscita dal piano di rientro.