Skip to main content

CERCA

Tumore al polmone

Che cos'è e quali sono le tipologie?

Il tumore al polmone è una patologia che origina nei polmoni (organi che hanno la funzione di trasferire l’ossigeno respirato al circolo sanguigno e depurarlo dall’anidride carbonica prodotta dall’organismo), compromettendone la funzione, poiché provoca una crescita incontrollata di cellule maligne, che formando una massa possono ostruire il flusso dell’aria o provocare emorragie.

Due sono i tipi principali di tumore del polmone, che rispondono a oltre il 95% delle diagnosi e si comportano e rispondono alle terapie in maniera piuttosto diversa. Si tratta del tumore polmonare a piccole cellule e del tumore polmonare non-a piccole cellule, che è il più frequente, dal momento che corrisponde a quasi l’85% delle neoplasie di nuova diagnosi. Entrambe le tipologie hanno origine dal tessuto epiteliale che riveste le strutture polmonari.

Il carcinoma non a piccole cellule si divide a sua volta in tre sottotipi: il carcinoma a cellule squamose, l’adenocarcinoma e il carcinoma a grandi cellule. L’adenocarcinoma polmonare è al momento il tipo più frequente essendo anche la forma maggiormente diagnosticata nei soggetti non fumatori (che rappresentano circa il 20% di tutti i pazienti affetti da questa malattia). Tra le forme di tumore polmonare che non originano dal tessuto epiteliale ricordiamo le forme sarcomatose o il linfoma polmonare.

Epidemiologia

Il tumore al polmone è la seconda neoplasia più frequente negli uomini (15%), dopo quella alla prostata, e la terza nelle donne (6%). In Italia, circa 117.800 persone vivono con una pregressa diagnosi di tumore del polmone, 77.200 uomini e 40.600 donne. Nel 2020 in Italia erano stati stimati 41.000 nuovi casi di tumore del polmone, di cui 27.550 negli uomini e 13.300 nelle donne e la possibilità di sviluppare un tumore del polmone nell’arco della vita è pari a 1:10 negli uomini e 1:35 nelle donne. Il tumore del polmone mostra una tendenza in calo negli uomini (-1,7%) ed in aumento nelle donne (+3,4%).

Nel 2017 la prima causa di morte oncologica negli uomini era rappresentata dal tumore al polmone con 23.928 morti (23,9%), che nelle donne costituiva la seconda causa di morte oncologica, con 9.976 decessi (12,5%).

La sopravvivenza netta a 5 anni dei pazienti con tumore del polmone in Italia è pari del 15% negli uomini e del 19% nelle donne. Questa percentuale diventa del 33 e del 40% rispettivamente se si considera la sopravvivenza di ulteriori 5 anni condizionata al superamento del primo anno dopo la diagnosi.

Fattori di rischio

Negli ultimi anni è stato evidenziato un ruolo marginale della predisposizione genetica, ed in particolare dei polimorfismi genici, anche se nell’eziologia del tumore al polmone rimane preponderante il peso dei fattori ambientali. Tra i principali fattori rischio ci sono:

  1. Fumo di sigaretta, responsabile del’85-90% dei casi in Italia;
  2. Esposizione a sostanze di origine lavorativa e/o ambientale, quali ad esempio asbesto, radon, cromo, arsenico, berillio, cloruro di vinile, idrocarburi aromatici policiclici, clorometiletere;
  3. Esposizione al particolato fine e all’inquinamento atmosferico.

 

Sources: